Statuto della

Banda Sociale di Storo  "

 

Statuto Originale del 1909

Art. 1: E' costituita a Storo, ufficialmente dal 1909 (data del primo statuto), un'associazione culturale musicale denominata: "BANDA SOCIALE di STORO”;

Art. 2: La Banda è un'associazione culturale apolitica. L'associazione ha lo scopo di esercitare e diffondere l'attività musicale, di avvicinare i giovani alla musica, di dilettare ed educare il pubblico.

Art. 3:Vi possono accedere persone di ambo i sessi,  purché siano in possesso di una preparazione musicale, ritenuta tale da un giudizio del maestro;

Art. 4 :L'ammissione al corpo bandistico è subordinata all'impegno di ogni interessato ad accettare ed osservare le norme contenute nel presente Statuto e nell'eventuale Regolamento interno;

 Art. 5 :Ogni componente della Banda è tenuto a curare e migliorare la propria preparazione musicale, mediante i corsi organizzati direttamente dalla Banda o in collaborazione con altri enti o associazioni.  La Direzione ( o per essa il maestro) può disporre di eventuali spostamenti o addirittura per l'espulsione di coloro che per negligenza o inefficienza non raggiungano un livello musicale apprezzabile. L'espulsione può avvenire anche per l'inosservanza delle regole stabilite nel presente Statuto e nel Regolamento interno, o per gravi offese o mancanze di rispetto nei confronti di qualsiasi bandista.

Art. 6 :Ogni suonatore o bandista devo accettare lo strumento che gli viene assegnato dal maestro, il quale cercherà di assecondare i desideri dello stesso. I suonatori sono responsabili verso la Banda della divisa, degli strumenti, di tutte le partiture e del materiale che ricevono in consegna;

Art. 7 :Ogni componente deve rispettare scrupolosamente le seguenti norme:

a) frequentare assiduamente tutte le prove di musica. E' giustificata l'assenza per motivi di lavoro e per malattia, di cui peraltro si deve dare avviso al maestro prima dell'inizio della prova. b) osservare rigorosamente l'orario fissato. c) mantenere la disciplina durante le prove e tenere un comportamento corretto, educato e di rispetto verso gli altri bandisti e in occasione delle esibizioni pubbliche.

Art. 8:L'inadempienza o l'inosservanza di tali norme formerà oggetto di esame da parte della Direzione che provvederà in un primo tempo ad un richiamo scritto e quindi all'espulsione dalla Banda.

Art. 9:Conserva il posto di bandista, oltre al suonatore che si ammala, anche chi emigra temporaneamente o chi non può essere presente per motivi di lavoro o di studio. L'assunzione di nuovi suonatori, in sostituzione dei bandisti assenti temporaneamente, sarà decisa dalla Direzione di comune accordo con il maestro.

Art. 10:Il bandista che abbandona la Banda, deve consegnare al Presidente la divisa, lo strumento, le partiture e tutti gli oggetti avuti in consegna. Il bandista dimissionario non può vantare verso la Banda, nessuna pretesa per trattenere lo strumento avuto in dotazione, per prestazioni od altro.

Art. 11:L'associazione non ha fini di lucro. Il sostentamento economico della Banda deriva: da contributi di enti pubblici e cooperativistici, da entrate per produzioni musicali o concerti, da offerte, da tesseramento, da lasciti testamentari, da eventuali rendite del patrimonio sociale e da altri proventi. Spetterà alla Direzione operare nel migliore dei modi per garantire al corpo musicale il necessario sostentamento della propria attività.

Art. 12:La Banda si compone di soci attivi, onorari e benemeriti. I soci attivi sono i suonatori, i componenti la Direzione e gli allievi. I soci onorari possono essere persone od enti morali e finanziari che allo scopo di aiutare l'associazione, fanno offerte in denaro o contribuiscono con aiuti di altro genere. I soci benemeriti sono quelle persone o enti che lavorano per l'associazione per 30 anni effettivi o tutte quelle persone che come tali vengono proclamate dall'assemblea generale per meriti insigni resi all'associazione. Sia i soci benemeriti che onorari saranno iscritti nell'albo d'onore dell'associazione.

Art. 13:Nessun compenso spetta ai singoli bandisti o ai componenti della Direzione, per l'attività svolta in seno alla Banda, vige quindi il divieto di distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Art. 14:La Banda non ha obblighi preventivi verso alcuna istituzione se non per decisione unitaria della Direzione.

Art. 15:La Banda è retta dalla Direzione eletta dall'Assemblea generale ed è formata da suonatori e da persone esterne alla Banda (non suonatori) ;La Direzione è composta di 12 membri ai quali va aggiunto il maestro con diritto di voto. La Direzione rimane in carica per tre anni e può essere rieletta. I componenti della Direzione devono aver compiuto 18 (diciotto) anni.Nella prima seduta la Direzione provvederà ad eleggere il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario, il Cassiere. La Direzione può rimanere in carica con un minimo di 5 persone. Se i componenti la Direzione non raggiungono il numero minimo stabilito, si deve convocare l'assemblea generale per eleggere un nuovo Direttivo.

Art. 16:La Direzione predispone il programma annuale dell'attività, delibera sull'accettazione o sull'espulsione dei soci, amministra il patrimonio sociale, delibera su tutto quanto concerne l'attività della Banda nello spirito del presente Statuto.

Art. 17:L'indirizzo tecnico del complesso è di competenza del maestro, in pieno accordo con la Direzione.

Art. 18:Le riunioni della Direzione sono valide con la presenza della maggioranza dei componenti. La Direzione delibera a maggioranza di voti dei presenti. Per la decisione di espulsione di un socio occorre però la maggioranza assoluta.

Art. 19:Il Presidente, o in sua assenza il Vicepresidente, rappresenta la Banda nei rapporti con le istituzioni, convoca e presiede le sedute della Direzione, dirige le assemblee generali, cura l'esecuzione dei deliberati delle stesse.

Art. 20:Le prestazioni dei membri della Direzione sono gratuite. Ogni atto sociale deve portare la firma del Presidente o in sua assenza del Vicepresidente.

Art. 21:Spetta alla Direzione la scelta del maestro, che sarà assunto previo un accordo scritto. Al Maestro spetta l'indirizzo musicale della Banda, la scelta del repertorio musicale, il coordinamento delle attività didattiche.

Art. 22:Ogni anno, nel periodo ritenuto più propizio della Direzione, possibilmente entro la primavera, sarà convocata l'assemblea generale ordinaria, mediante pubblici avvisi, da affiggersi almeno 8 (otto) giorni prima. E' compito dell'Assemblea generale, approvare il bilancio annuale dell'attività svolta, proclamare i soci benemeriti e onorari, modificare lo statuto, sciogliere l'associazione. Ogni tre anni, è compito dell'Assemblea generale, eleggere la nuova Direzione. Hanno diritto di voto le persone presenti in assemblea che abbiano compiuto 18 anni. Ogni persona può esprimere al massimo 10 (dieci) preferenze.

Art. 23:L'Assemblea generale prende le sue deliberazioni a maggioranza assoluta di voti dei presenti, sia per alzata di mano, che per scrutinio segreto, a seconda dell'importanza dell'oggetto trattato.

Art. 24:Lo scioglimento dell'associazione avviene per decisione dell'assemblea generale. In caso di scioglimento gli strumenti, le suppellettili, l'archivio musicale e le attrezzature della Banda, saranno consegnati al Comune di Storo. Il Comune diverrà depositario di tutto il patrimonio della Banda, rimanendone custode e garante fino alla ricostituzione di altra associazione con analoghe finalità. Dell'atto di consegna verrà redatto verbale in duplice copia, una delle quali sarà conservata dal Presidente in carica, a dimostrazione dell'avvenuta consegna.

Art. 25:Qualora l'autorità competente richiedesse a norma di legge, una qualche modifica al presente statuto, resta statutariamente autorizzata la Direzione in carica ad introdurvela.

Art. 26:Per Statuto sono fissate le partecipazioni gratuite a : Capodanno, Corpus Domini, sagra di S. Lorenzo, Commemorazione dei defunti e del 4 Novembre.

Art. 27:La Banda è tenuta a partecipare ai funerali dei bandisti, dei loro coniugi, dei loro familiari fino al I° grado di parentela, dei soci benemeriti e onorari, dei Presidenti, dei Maestri.

Art. 28:Per quanto non previsto dal presente Statuto, saranno valide ed operative le deliberazioni della Direzione nei limiti di sua spettanza.

 

Lo Statuto è stato approvato nell'assemblea ordinaria del 29 aprile 2005.

 

 

    sito ufficiale Banda Sociale di Storo ©2003

Via C. Battisti, 48   - 38089 STORO (TN)

    Scrivi alla Banda Sociale di Storo: info@bandasocialedistoro.it

   

Home Page