" Storia della Banda "

 

Nome: BANDA SOCIALE DI STORO

 Paese di origine: STORO

 Anno di fondazione: 1908

 Direttore: ANDREA ROMAGNOLI

 Presidente: ZONTINI   PAOLO

C.Fiscale/P.Iva: 95004280228

 Organico della banda: 52 elementi.

            La storia della Banda Sociale di Storo non può essere documentata che in piccolissima parte. Per il resto essa si può ricostruire attraverso le testimonianze orali tramandate di padre in figlio.

            Queste testimonianze riferiscono che all'arrivo dei Corpi Franchi a Storo nell'aprile del 1848, la popolazione accolse con discreto entusiasmo quei giovani che venivano, dicevano, per unire i Trentini agli altri italiani, in particolare i Lombardi, con i quali gli storesi avevano frequenti rapporti, specialmente di natura economica. In quell'occasione la Banda suonò marce di ispirazione italiana nella piazza principale del paese. Quando poi alla fine dello stesso mese, ritornarono gli austriaci, i bandisti furono minacciati di essere portati a Tione e sottoposti a processo.

            Altre notizie riguardanti la Banda risalgono al 1866, l'anno dei garibaldini. Durante quel periodo, la banda tenne nella nostra borgata alcuni concerti e probabilmente, per far piacere agli ospiti, suonò l'inno "Si scopron le tombe", sicuramente conosciuto nella nostra valle.

            Un documento d'archivio segnala l'attività della Banda nel 1871. Seguì un lungo periodo buio, in cui la Banda andò perdendo elementi, forse per mancanza di soldi o più probabilmente per le conseguenze dell'emigrazione. Fatto sta che nel 1897 la Banda si sciolse, la scuola fu chiusa e al maestro non fu rinnovato l'incarico.

            La Banda rinacque nel 1908 per lo spirito di iniziativa e il coraggio di alcuni bandisti. Il consenso spontaneo e l'entusiasmo della gente fu tale che i capifamiglia unanimi si impegnarono a versare una quota da destinare all'acquisto degli strumenti e allo stipendio del maestro.

            Risorse in tal modo la nuova società musicale che, come previsto dalla legge di allora, ebbe presto il suo regolare statuto.

            Lo statuto, in 28 articoli denominato "Statuto della Banda Sociale - Unione", fu approvato il 25 febbraio 1909 Nello statuto si osserva come il vocabolo Unione fosse il più appropriato se consideriamo come la nuova società musicale, si poneva accanto alle altre associazioni sorte a Storo in quegli anni e destinate a dare un impulso decisivo per lo sviluppo del paese. Erano infatti sorti da poco la Famiglia Cooperativa, il Consorzio Elettrico, la Cassa Rurale e il Ricreatorio per i giovani.

            I bandisti nel 1909 erano 21 e quando suonavano in pubblico portavano un cappello nero, la camicia e la farfalla bianca. Allo scoppio della prima guerra mondiale la Banda si sciolse e riprese la propria attività nel 1921, in occasione del 55° Anniversario della venuta di Garibaldi. Nel 1923 facevano parte del corpo musicale 25 bandisti che portavano, oltre alla camicia bianca e la cravatta nera un cappellaccio all'americana.

            L'attività della Banda venne di nuovo sospesa con la seconda guerra mondiale. L'attività riprese alla fine degli anni quaranta e non venne più sospesa.

            Un vero salto di qualità della Banda è coinciso con l'organizzazione da parte della Federazione dei Corpi Bandistici, dei concertoni comprensoriali, ottima occasione di confronto e di stimolo.

Storia recente ....

  Nel 1990 il maestro Costante Zocchi, dopo oltre vent'anni di attività ,  grande impegno e passione, ha lasciato la direzione della Banda al Maestro Demadonna Gianfranco, diplomatosi al conservatorio di Verona in composizione e strumentazione per banda.

            Nel settembre dello stesso anno la Banda di Storo ha partecipato con successo al 10° Diapason d'Argento, un concorso nazionale di musiche per banda organizzato a Gonzaga (MN). In quell'occasione la Banda eseguì una marcia composta da Gianfranco Demadonna e si classificò al I° posto.

            Nel 1991 su proposta del maestro Jan Langosz e grazie ai rapporti che egli aveva con la Sezione Scuole Artistiche del Ministero della Cultura di Varsavia, la Banda ha accettato e organizzato con entusiasmo  uno scambio culturale con l'Orchestra dei Minatori della città polacca di Rybnik. La Banda di Storo è stata in Polonia ospite della città di Rybnik ed ha poi reso l'ospitalità alla Banda dei Minatori.

            Sempre nel 1991 ha partecipato per la seconda volta al concorso Diapason d'Argento di Gonzaga, eseguendo sempre una marcia composta dal maestro Demadonna e classificandosi questa volta al secondo posto.

            Nel luglio del 1992 la Banda è stata invitata a Liezen (Austria) per uno scambio culturale con la locale banda cittadina, nel 1994 è stata invitata a Sappada in Friuli e nel 1995 ha ospitato la Filarmonica V. Puletti di Perugia.

            Nel 2000 il maestro Demadonna dopo 10 anni di grande impegno abbandona la direzione della banda a favore della maestra Laura Crescini , già collaboratrice della banda per diversi anni come cantante.

             Nel 2001 la banda si è recata in Croazia per un gemellaggio con una banda locale, la quale però non ha restituito la visita.....

             Nel 2002 la maestra Laura Crescini abbandona la Direzione della banda lasciando un grande segno di professionalità nel gruppo, sostituita da Dario Donati di Molina di Ledro, già maestro del coro Valchiese.

            Nel 2004 anche il maestro della bandina Elvio Zontini, dopo nove anni di grande impegno e passione lascia la bacchetta a Dario Gravili di Vestone.

Dopo il concerto di capodanno 2008 il maestro Dario donati, dopo 6 anni di Direzione artistica, impegno e passione lascia la bacchetta in favore del maestro Rota Marcello, appassionato suonatore... 

Nel mese di luglio del 2008 ci sono stati i festeggiamenti per i 100 anni della Banda ... numerosi eventi hanno caratterizzato la festa, Venerdì 18 luglio l'esibizione della favolosa "Banda Osiris"  seguita da serata con Dj, Sabato 19 esibizione del gruppo "Adamo ed Eva" e Dj, Venerdì 25 concerto della Banda Sociale di Storo nella piazza del Comune e Sabato 26 la fantastica "notte bianca" che ha visto, nonostante il brutto tempo, una grande affluenza di pubblico...

Dopo il concerto di Capodanno 2012 il maestro Marcello Rota, in comune accordo con la Direzione, dopo 4 intensi anni di soddisfazioni musicali, ha deciso di lasciare la direzione della Banda; rimarrà comunque a far parte del nostro gruppo come suonatore; il sostituto è il giovane bandista Andrea Romagnoli, diplomato in Trombone a Tiro, che nonostante la giovane età vanta delle grandi esperienze musicali. 

 Oggi ….

             Attualmente la Banda svolge un'intensa attività concertistica e di formazione musicale. E' composta da 50 elementi ed è diretta dal maestro Andrea Romagnoli, coadiuvato dai Maestri Marcello Rota e Dario Gravili.

            La Banda ogni anno offre alla popolazione di Storo due impegnativi concerti, uno d'estate, solitamente con una banda di altra regione e uno il giorno di Capodanno.

            Intensa è l'attività di formazione della Banda con l'organizzazione dei corsi di teoria e solfeggio, tenuti nel comune di Storo e nei paesi limitrofi, ai quali ogni anno partecipano circa 100 ragazzi, i corsi di perfezionamento musicale ( 50 partecipanti ), organizzati in collaborazione con la Federazione Corpi Bandistici della provincia di Trento, e l'iscrizione alla Scuola musicale Sette Torri di alcuni giovani bandisti.

          Molto importante è l’attività della Banda Giovanile o “Banda Light”, diretta da Cristina Martini, che raccoglie 25 giovanissimi allievi alle prese con le prime esperienze della musica d’assieme; un ringraziamento all'ex maestro Luca Zontini per il tempo dedicato con passione agli allievi in questi ultimi anni...

          Il repertorio musicale della Banda è molto vasto; comprende attualmente alcune marce tradizionali e sinfoniche, brani da concerto moderni, pezzi da concerto di autori classici.

L'attuale Presidente della Banda Sociale è Zontini Paolo (Monfrì) di Storo.

 

    sito ufficiale Banda Sociale di Storo ©2003

Via C. Battisti, 48   - 38089 STORO (TN)

    Scrivi alla Banda Sociale di Storo: info@bandasocialedistoro.it

         

Home Page